La nebbia

“Non mi piaceva. Sapevo perfettamente di non aver mai visto una foschia uguale a quella. In parte per l’irritante bordo netto del fronte che avanzava. Niente in natura è così uniforme; è l’uomo l’inventore dei bordi netti. In parte per quella pura bianchezza abbagliante senza variazione, ma anche senza i riflessi luccicanti dell’umidità. Ormai era distante solo un mezzo miglio, e il contrasto tra quel bianco e gli azzurri del lago e del cielo era più netto che mai”.

990_ico

Dal racconto di Stephen King  “La nebbia”, contenuto nella raccolta  “Skeleton Crew” (Scheletri), del 1985, è stato tratto il film “The mist” di Frank Darabont (2007).

Ancora una volta mi chiedo come si possa trarre un buon film da un racconto. Pare comunque che il finale sia a sorpresa. E comunque è difficile vedere questi film, che spesso restano fuori dai circuiti perché si privilegiano film di cassetta.

 

“Leggere un buon romanzo è per molti versi come avere una relazione sentimentale lunga e soddisfacente.

Un racconto è tutt’altra cosa. Un racconto è come un bacio veloce, nel buio, ricevuto da uno sconosciuto. Naturalmente non è la stessa cosa di una relazione o un matrimonio, ma un bacio può essere dolcissimo, e nell’intrinseca brevità del gesto risiede la sua speciale attrazione.”

STEPHEN KING

Sì! Amo i baci nel buio!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: