Una poesia

luglio 17, 2010

 

Non m’imprimo su nulla,
vivo come di lato,
all’ombra del mio corpo;
se mi scosto lo perdo,
non so più dove sono.
Io e me, che fatica.

SERGIO ZAVOLI

da “L’orlo delle cose”

Annunci