Modigliani a Catania

novembre 21, 2010

 

 

Piazza Federico II di Svevia , 95121 – Catania

domenica e festivi chiuso

da lunedì a sabato 9.00 – 13.00/15.19.00

 

 

A Catania “Modigliani, ritratti dell’anima”, l’universo artistico e umano del maestro di Livorno.
Opere e documenti d’epoca ripercorrono la vita del ritrattista erede della tradizione rinascimentale toscana

Al Castello Ursino anche “Agatae”, inedito disegno dedicato alla santa patrona di Catania.
Un centinaio di opere d’arte fra disegni, oli, sculture e poi fotografie, taccuini, lettere, cartoline e persino le pagelle scolastiche di Amedeo Modigliani (Livorno 1884 – Parigi 1920) ricostruiranno a Catania, dall’11 dicembre all’11 febbraio 2011, per la mostra”Modigliani, ritratti dell’anima”, il percorso artistico e umano del grande genio toscano: un itinerario, quello della sfera affettiva e delle sue ripercussioni sull’opera, mai indagato sinora. A fare da viatico il “Diario della madre”, una sorta di giornale di famiglia che Eugénie Garsin-Modigliani cominciò a scrivere nel 1886.

Modigliani al Castello Ursino di Catania: “Ritratti dell’anima”

A partire dall’11 dicembre all’11 febbraio 2011, la splendida fortezza medievale del Castello Ursino di Catania, realizzata daFederico II di Svevia, ospiterà la mostra dal titolo “Modigliani, ritratti dell’anima”, organizzata dal “Modigliani Institut Archives Légales, Paris-Rome”, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, il Comune di Catania e il coordinatore delle collezioni dell’artista, Giovanni Gibino, su iniziativa del Sindaco, Raffaele Stancanelli, e dell’Assessore alla Cultura e ai Grandi Eventi del Comune di Catania, la stilista Marella Ferrera.

In esposizione vi saranno circa un centinaio di opere d’arte: disegni, quadri olio su tela, sculture, fotografie, ma anchelettere, cartoline e persino le pagelle di scuola dell’artista, disposti in modo da ripercorrere il percorso artistico e personale, fino ad ora mai esplorato, dell’artista.

Della mostra ha parlato così Christian Parisot, Presidente del Modigliani Institut: “Sarà come raccontare per immagini e con il supporto delle singolari e affettuose testimonianze di familiari e amici, la vita e l’opera dell’artista che più di ogni altro, pur vivendo e lavorando a Parigi, ha mantenuto forte e visibile il suo legame con l’Italia”.

E aggiunge Chiara Filippini, autrice di uno dei saggi in catalogo “Modigliani rimane per sempre un italiano: lo ricordano le sue modelle, dichiarando che mentre dipingeva parlava da solo in italiano, lo ricordano gli amici ed i suoi mercanti, raccontando di come amasse citare Dante e professare apertamente le sue origini, in una Parigi nella quale essere italiano non era certo una grande nota di merito”.

Si occuperà del coordinamento del comitato scientifico Claudio Strinati, Soprintendente del Polo Museale di Roma che così ha ricordato l’il pittore: “E’ l’artista che si pone come trait-d’union tra tutte le correnti d’avanguardia, dall’Italia alla Francia, identificabile in quella sua particolare espressione pittorica, tra l’innovazione parigina e la continuazione della tradizione figurativa livornese. Il segno, la grafia e la pittura di Modigliani sono di una qualità estrema, introversa, introspettiva, votata al ritratto”.

Il tutto nella cornice medievale catanese affascinante e suggestiva del Castello Ursino: una mostra da non perdere.

Martina Guastella

http://www.newnotizie.it/2010/11/18/modigliani-al-castello-ursino-di-catania-ritratti-dellanima/

 

 

Catania mette in mostra Modigliani

Catania mette in mostra Modigliani
Un centinaio di opere d’arte fra disegni, oli, sculture e poi  fotografie, taccuini, lettere, cartoline e persino le pagelle scolastiche di Amedeo Modigliani ricostruiranno a Catania, dall’11 dicembre all’11 febbraio 2011, per la mostra ‘Modigliani, ritratti dell’anima’, il percorso artistico e umano del grande genio toscano.

A fare da viatico il ‘Diario della madre’, una sorta di giornale di famiglia che Eugenie Garsin-Modigliani cominciò a scrivere nel 1886. La mostra, ospitata nel museo civico Castello Ursino, è organizzata dal Modigliani institut archives Legales Paris-Rome in collaborazione con il ministero dei Beni culturali e il Comune di Catania.

In mostra, secondo un ordine cronologico che prende il via dalla nascita dell’artista definito dalla madre “un raggio di sole fatto bambino”, saranno 25 disegni, 4 oli su tela, 5 sculture, oltre a 7 disegni, realizzati tra il 1909 e il 1919 nel quartiere di Montmartre di Parigi. Tra le opere esposte anche un inedito: un disegno di Modigliani che rappresenta Sant’Agata, la Patrona di Catania.

L’assessore comunale alla Cultura, la stilista Marella Ferrera, confessa il proprio stupore ed emozione nello “scoprire all’improvviso, tra le pieghe del progetto dell’Archivio Modigliani, il disegno raffigurante una Sant’Agata, a sua firma, ritrovato a Londra”.

Sarà la prima volta in cui viene esposto Modigliani per Catania e per il Castello Ursino, già teatro di esposizioni di livello mondiale dedicate a Warhol, Dalì e Guttuso.

http://www.eventi-sicilia.it/eventi/mostre-sicilia/catania-mette-in-mostra-modigliani/

Annunci