Teoria del pirata

Teoria del pirata

Vaga era sul solco della sera

E io dovevo capire / di che delirio ero fatto, e se in quel sogno / ci fosse stata una nicchia per l’amore.
(Franz Krauspenhaar, da Franzwolf)
Vaga era
sul solco della sera
la mia anima fiacca
per il peso del viaggio.
Fino all’orlo dell’inizio
il ritorno fu lentissimo
e poi d’un tratto
 il lampo
Ero io, non ero io?
La Parola conquistò
tutto lo spazio dentro
e catapultatasi
fuori
si gettò alla conquista degli astri.
Ora i miei sospiri
vivono così
                                      fuggiaschi
                                                               di bolina
                                         li catturo
e m’aiutano a solcare
questo mare d’oblio.
E mai una volta
che mi sia venuto in mente
d’essere io a tracciare la rotta,
dominare l’orizzonte,
la meta.
RICCARDO RAIMONDO
Per l’originale vedi
http://www.tornogiovedi.it/2011/04/teoria-del-pirata/
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: