To Rome With Love

Immagine

Bene, vorrei capire… senilità? La mia o la sua?

Per una vita amo apprezzo Woody Allen e ora riesce a lasciarmi perplessa.

O facciamo come i critici cinematografici che fingono di capire dove non c’è niente da capire, solo per non apparire ignoranti? Io non sono un critico, e non ho paura di apparire ignorante.

Sciatteria o premeditazione quegli accidenti di microfoni a pendere quasi in ogni scena? Irritante.

I temi? quattro storie ingarbugliate, un po’ pasticciate insieme. La critica al sistema su cui si basa la celebrità vacua, sistema in grado di osannare o distruggere, e che altro? L’unica idea -neppure tanto originale- che già bastava al film e così si perde, è l’ncontro di Alec Baldwin con il giovane se stesso.

Ah, dimenticavo… “Volare” che apre e chiude: il massimo dell’ovvietà.

Eh no, Woody, non trovo il surreale, l’ironia, il sarcasmo, il disincanto…

Dopo le splendide cartoline da Parigi, quelle da Roma non convincono affatto!

Corro a rivedere un tuo vecchio film…

Immagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: