Vento… di poesia

gennaio 23, 2011

Viento

 

Viento, hablame del canto,
escucha lo que siento
y piensa lo que pienso.

Viento, imagina un momento
y pongalo en un sueño:
si fuera un sentimiento
tu tenlo en el mundo,
si fuera un viento en contra
tu dejalo en el sueño.

Viento, imagina si el sueño
fuera con los ojos abiertos,
entonces quitalo desde el piensamiento
y pongalo en el viento.
Encantado, yo lo siento!

La foto è tratta dal sito Torino 2.0

Ventu

 

Ventu, parrimi do’ cantu,

scuta ciò ca sentu

e pensa ciò ca pensu.

Ventu, immagina un momentu

e mettilu n’on sognu:

si fussi un sentimentu

tu tenilu n’o’ munnu,

si fussi un ventu contru

tu lassulu n’o’ sognu.

Ventu, immagina su u’ sognu,

fussi ad occhi aperti,

tu pigghiulu do’ sognu

e mettilu n’o’ ventu.

Ccà è, già u sentu!

 

Antonino Calì

Ramacca, 2010

 


Poesia dialettale alla libreria Trinacria

gennaio 18, 2011

Affollata la sala della libreria Trinacria ieri sera a Catania per parlare di poesia dialettale.

Numerosi gli interventi -tra gli altri quelli di Carlo Trovato, Alfio Patti, Francesco Giordano, Antonino Calì.

Hanno proposto le proprie poesie dialettali Santino Mirabella, Nino Amico, Gaetano Petralia, Ida Giulia La Rosa, Gabriella Rossitto, Lia Mauceri. Quest’ultima ha anche letto un racconto dialettale dello scrittore Alfredo Danese.

Si è esibito l’attore Carlo Barbera.

Il tutto grazie come sempre a Vera Ambra.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

foto di Natalia Silvestro

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Per altre foto e commenti, vai al sito di Akkuaria:

http://www.akkuaria.com/articoli/giornata_del_dialetto_2011.htm